LA MAFIA A BRESCIA E IN LOMBARDIA

locandinaVenerdi 16 ottobre al centro Padre Marcolini di Gussago si è svolta una conferenza sulla Mafia a Brescia ed in Lombardia promossa ed organizzata dalla sezione Franciacortina del movimento ProLombardia Indipendenza.

“Puntare l’attenzione su un fenomeno poco conosciuto e quindi sottovalutato dai cittadini al fine di sensibilizzare ed opportunamente informare la popolazione, aprire un canale di dialogo, ed eventualmente di denuncia, dando voce alle realtà istituzionali ed ai gruppi di privati cittadini che operano in merito”. Queste le intenzioni degli organizzatori per voce di Davide Bettenzana che ha introdotto e moderato la serata.

I principali relatori sono stati “Gianantonio Girelli, presidente della commissione antimafia in Regione Lombardia e “Tan Koroglu” in rappresentanza dell’Associazione antimafia della Provincia di Brescia, ai quali è stato chiesto di introdurre alla platea la natura della loro attività, gli obiettivi ed i mezzi con cui opera sul territorio.

A loro fianco “Alessandro Ceresoli” consigliere comunale di minoranza a Roncadelle per la lista “ProLombardia Indipendenza” ha supportato con le sensazioni ed i riscontri pratici di chi opera all’interno delle istituzioni Comunali.

12088513_10207272998679161_7043142196358370512_n1

La prima parte della serata si è occupata di ricostruire e di approfondire quella che è stata la storia della Mafia dai primi rapproti con il neo nato Regno Italiano, necessari per l’affermazione e la legittimazione dello stesso nei territori conquistati, alla definitiva affermazione come fattore di conservazione reazionaria contro le insorgenze sociali dando luogo fin dai primi anni del regno alla realizzazione concreta di un patto fra Stato e Mafia.

In secondo luogo si è posto l’accento sugli aspetti del tessuto sociale ed economico che hanno permesso l’affermarsi di questo tipo di criminalità anche in territori lontai dai paesi di origine, con particolare attenzione alla realtà Lombarda ma senza trascurare dinamiche internazionali, prendendo spunto dalle notizie di cronaca che sono state proiettate per tutta la sera alle spalle degli oratori.

La parte conclusiva che come norma è stata lasciata alle domande del pubblico (45 persone circa), ha visto una accesa vivacità di interventi, che hanno tarsformato l’ approfondimento in un dibattito vero e prorpio.

Interessanti le considerazioni emerse che, senza ricercare capri espriatori e con una forte autocritica, hanno evidenziato i limiti privati e sociali della realtà Lombarda, mettendo cittadini e istituzioni sullo stesso piano:

  • Atteggiamenti individuali sbagliati nella quotidianità che portano ad alzare il livello di acettabilità su larga scala;
  • Una cultura del lavoro che assorbe la totalità delle energie che ha distratto dalla analisi critica dell’attualità;
  • La mancanza di strumenti di partecipazione attiva dei cittadini nelle decisioni;
  • La mancanza di canali di denuncia che tutelino dal punto di vista della sicurezza e supportino da un punto di vista economico chi ha il coraggio di denuinciare;
  • Canali legali impregnati di burocrazia che danno pretesto all’impresa privata a cercare scorciatoie, strade senza ritorno verso la ricattabilità.

Una bella serata nel nome della volontà popolare di riapprorpiarsi del proprio destino e delle istituzioni al fine di migliorare tutti gli aspetti della vita privata e sociale:

All’interno di un nuovo stato come proposto dai rappresentanti di ProLombadia;

Partendo dagli strumenti previsti dalla costituzione, nel nome della leglità, come ritenuto dai relatori Girelli e Koroglu.

Con maggiore partecipazione e pretesa di avere voce in capitolo da parte de i cittadini come sostenuto all’unanimità.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in vario. Contrassegna il permalink.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...